Allo Iemest di Palermo, in diretta con le sale operatorie dell’IEO di Milano per una “due giorni” dedicata al tema del cancro e della chirurgia della mammella

0

Il 21 e 22 Marzo 2017, in diretta streaming con le sale operatorie dell’Istituto Europeo di Oncologia di Milano, si svolgerà – presso lo IEMEST (Istituto euro mediterraneo di Scienza e tecnologia) di via Michele Miraglia, 20
 a Palermo – un Corso ECM Satellite di Live Surgery.
Il programma prevede due giorni pieni di chirurgia dal vivo – dalle 8 del mattino alle 18 – con interventi in diretta articolati su due o tre sale operatorie per mostrare le tecniche chirurgiche utilizzate nel trattamento del cancro della mammella, incluse quelle ricostruttive.
Obiettivo del corso ECM – diretto scientificamente dai chirurghi Giuseppe Cuccia e Benedetto Di Trapani – è fornire ai partecipanti l’aggiornamento delle competenze in tema di chirurgia oncologica e ricostruttiva della mammella, per conoscere le nuove tecniche e metodi specifici della chirurgia oncologica e ricostruttiva del seno.
A tutti i partecipanti sarà rilasciato un attestato di partecipazione che, nel caso dei medici, dà diritto a 12,6 crediti formativi dell’Ordine professionale. L’accesso è gratuito nei limiti dei posti disponibili e sarà consentita anche la presenza di studenti di Medicina e chirurgia.
I lavori si articoleranno in due giornate per un totale di 18 ore, attraverso lezioni magistrali e dimostrazioni tecniche, utilizzando le immagini trasmesse in diretta dalle sale operatorie dell’IEO. La valutazione finale dell’apprendimento sarà effettuata attraverso un questionario a risposta multipla.
La ricostruzione della mammella è entrata a far parte a pieno titolo della cura del cancro al seno: la malattia diventa sempre più curabile e cresce l’esigenza che lasci meno conseguenze possibili dal punto di vista estetico. Infatti, il principio della medicina personalizzata viene applicato anche negli interventi di ricostruzione o rimodellamento della mammella concomitanti o successivi a una mastectomia o a un intervento di chirurgia conservativa. Oggi si preferisce, quando possibile, effettuare la ricostruzione già nel corso dell’intervento per l’asportazione del tumore. In alcuni casi, prima dell’impianto definitivo della protesi – nei mesi successivi all’intervento e per tutta la durata delle terapie adiuvanti – la normale procedura prevede la collocazione di un dispositivo (espansore), sotto il muscolo pettorale. Molta attenzione si è oggi riposta anche nelle tecniche conservative di ricostruzione della mammella, cosiddetta oncoplastica mammaria: tecnica scaturita dai princìpi di chirurgia oncologica conservativa stabiliti dal professor Umberto Veronesi, secondo cui la quadrantectomia rappresenta una metodica efficace e sicura per la cura del tumore della mammella. Esiste anche la possibilità di effettuare ampie asportazioni di tumori mammari e permettere nello stesso tempo di conservare entrambe le mammella consentendo la loro riduzione o mastopessi. Tutto ciò permette, oltre che una garanzia di radicalità oncologica, anche di poter eseguire terapie successive come la radioterapia, partendo da una situazione di quasi normalità di entrambe le mammelle.
La testata giornalistica IoStudio è mediapartner dell’evento.

Programma didattico

GIORNATA 21 marzo 2017
Dalle ore 7:30 alle ore 8:00
Registrazione dei partecipanti ore 7.45
Opening session: W. Audretsch, K. B. Clough and J.Y Petit
Dalle ore 8.00 – alle ore 18:00

  • Nipple sparing mastectomy and immediate breast reconstruction with implants or tissue expander.
  • Conservative breast cancer surgery and bilateral oncoplastic reshaping.
  • Tissue expander replacement and nipple and areola reconstruction.
  • Breast reconstruction with TRAM flap. Immediate breast reconstruction with implants and ADM.
  • Fat grafting with Coleman technique and Lipokit technique for breast reconstruction refinements or total breast reconstruction. – 18.00 Final discussion

GIORNATA 22 marzo 2017
Inizio ore 8.00

  • Nipple sparing mastectomy and immediate reconstruction with implant using Robot Da Vinci.
  • Lymphaticovenous anastomosis for lymphedema treatment.
  • Breast reconstruction with latissimus dorsi flap.
  • Sentinel node biopsy and axillary dissection.
  • Delayed breast reconstruction with implants.
  • Breast implant revisions.
  • Bilateral reduction mammaplasty with inferior or superior pedicle.
  • Breast asymmetry correction (Poland’s Syndrome).
  • Breast implant revisions. Nipple and areola reconstructions and fat grafting.

Ore 18.00 – Final considerations
Dalle ore 18:00 alle ore 18:30
Somministrazione del Questionario di valutazione delle competenze

Share.

Comments are closed.