CASSA COMUNALE: “Nessun rosso, ma solo responsabilità”

0

“Nessuno è contento di dover ricorrere all’anticipazione di cassa, con i costi che questo comporta, ma l’Amministrazione comunale ha la responsabilità di evitare che comportamenti irresponsabili di altri Enti si ripercuotano sulla vita di migliaia di persone e sui servizi alla città.
Proprio perché i conti del Comune sono in ordine, possiamo permetterci oggi di fare ricorso all’anticipazione, per sopperire alle carenze e ai ritardi di Stato e Regione.
E visto che di conti stiamo parlando, a tutti coloro che in queste ore danno i numeri, cito soltanto due dati: nel 2017, il Comune non ha ancora incassato un solo euro dalla Regione e, nonostante questo, per esempio, sta anticipando le spese relative alle Comunità per minori e alle Comunità per il disagio psichico. Forse dovremmo interrompere questi servizi per non ricorrere all’anticipazione di cassa?
E per quanto riguarda lo Stato, nel 2017 non sono stati versati ancora i fondi relativi al Coime e il Comune ha quindi già anticipato oltre 13 milioni di Euro. Forse dovremmo interrompere i servizi del Coime, non pagare gli stipendi dei lavoratori Coime e fermare le manutenzioni per non ricorrere all’anticipazione di cassa?”.
Lo ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando a seguito delle polemiche seguite alla delibera di Giunta che ha autorizzato il ricorso all’anticipazione di cassa da parte del tesoriere comunale.

Mercoledì 12 aprile, alle ore 12.30 a Palazzo delle Aquile, il sindaco Leoluca Orlando terrà una conferenza stampa sul bilancio e sulla situazione di cassa del Comune di Palermo.

Share.

Comments are closed.