Sottoscritto a Palazzo Comitini il Patto per il PON Metro Città di Palermo

0

Comuni della Città Metropolitana di Palermo hanno sottoscritto sabato 21 gennaio, presso la Sala Martorana di Palazzo Comitini, il “Patto per il Pon Metro Città di Palermo”.

Si tratta di un “patto” di collaborazione che dispone di risorse per oltre 86 milioni di euro e coinvolge i Comuni dell’Area Metropolitana per lo sviluppo di innovative azioni strategiche in una visione organica di sviluppo dei territori, garantire una migliore qualità dei servizi e, più precisamente, creare piattaforme digitali politematiche in grado di offrire servizi avanzati ai cittadini e, al contempo, risolvere questioni di inclusione sociale nei territori beneficiari.

All’incontro hanno partecipato, tra gli altri, il Ministro della Coesione Territoriale e del Mezzogiorno, Claudio De Vincenti; l’Autorità di Gestione del Programma, Giorgio Martini; il Sindaco di Palermo, Leoluca Orlando con numerosi assessori della sua giunta, il presidente del consiglio comunale, Salvatore Orlando, il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Palermo, Fabrizio Micari, la Prefetta di Palermo, il Questore di Palermo ed i Comandanti Provinciali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza. Presenti, inoltre, Sindaci e rappresentanti dei Comuni dell’Area Metropolitana. L’evento è  stato trasmesso in streaming sull’account Facebook del Comune di Palermo.

L’incontro fa parte di una serie di riunioni organizzate con i referenti tecnici delle Amministrazioni locali, nell’ambito delle azioni avviate dalla Città di Palermo, di concerto con l’Agenzia per la Coesione Territoriale, di coordinamento tra le amministrazioni locali, volte a implementare le strategie urbane di livello sovra-comunale, riguardanti le politiche del lavoro, dell’innovazione e dell’inclusione sociale, del trasporto pubblico su gomma e su ferro, delle infrastrutture, della formazione, del lavoro, della cultura e dell’ambiente.

Nel primo appuntamento, svoltisi il 16 gennaio scorso, sono state anticipate finalità e meccanismi del PON Metro,

La sottoscrizione del Patto da parte delle Amministrazioni interessate è propedeutica all’insediamento di successivi “Tavoli Partenariali” inter-istituzionali che avranno il compito di definire modalità e procedure attuative del Piano.

L’avvio dei “tavoli” è previsto per il 14 febbraio prossimo, al termine di un percorso formativo, rivolto ai tecnici delle Amministrazioni, incentrato sulla “Pianificazione Territoriale Integrata” (incontri previsti per il 30 gennaio, il 7 ed il 14 febbraio).

I lavori odierni sono stati introdotti dal Sindaco Leoluca Orlando, il quale – dopo avere annunciato che “entro la fine del mese il Cipe renderà disponibili le risorse dei progetti che abbiamo inviato per i 41 comuni interessati dagli interventi del bando per le periferie” – ha dichiarato che oggi è un momento di grande condivisione, voglia di stare insieme, vivere in sinergia. Finalmente qualcuno oggi comincia a capire che dietro le scelte che noi sindaci facciamo – e che la città di Palermo fa ogni giorno – c’è una visione e noi oggi stiamo recuperando questo cambio culturale che è l’unica condizione vera per cambiare” . Poi il Sindaco invoca “un po’ di sana autostima: dobbiamo smettere di piangerci addossoNon passi la logica della rassegnazione. Vedere così tanti sindaci presenti, che partecipano ad un progetto, al di là di divisioni di partito, politiche, anche di opinioni personali è un segnale forte; ognuno di noi è consapevole che c’è il dovere di narrare le bellezze territoriali. Ogni giorno facciamo “rete” e questo conferma che la città metropolitana, così come abbiamo convenuto con gli altri sindaci, non è un altro ente, ma uno strumento al servizio dei territori”.

Infine, Orlando è entrato nel merito del Pon Metro, “una misura che si muove secondo una logica di innovazione e inclusione sociale ed in linea con la programmazione comunitaria 2014-2020, coinvolgendo il maggior numero di Comuni. Il Programma operativo prevede che entro il 2017 siano coinvolto 8 Comuni, e 44 nel 2023. A conferma di questo grande desiderio di cambiamento, oggi oltre il 90% dei sindaci della Città Metropolitana ha confermato la propria adesione”. 

Nel suo intervento, il Ministro De Vincenti ha detto che “Palermo è una città non solo bellissima ma anche una città piena di energie vitali. Non è l’ombelico del Mondo ma è un punto di riferimento del Mezzogiorno e dell’Italia”, sottolineando altresì che “gli obiettivi del Pon Metro sono decisivi sia per la qualità della vita dei cittadini che per le possibilità di ripresa economica del territorio, di ambiente favorevole alle attività produttive, oltre che alla vita sociale”.

“Vedere dopo anni di difficoltà un rilancio cosi’ importante, una volontà di collaborare straordinaria è un fattore assolutamente positivo” – ha detto il Rettore Micari-. C’è bisogno di colmare dei gap e la Sicilia lo può fare grazie alla collaborazione tra le Istituzioni: in tal senso, ribadisco l’impegno della nostra Università, che ha avviato un percorso di collaborazione con il Comune e con altre realtà territoriali”.

L’Assessore all’Innovazione del Comune di Palermo, Gianfranco Rizzo ha posto l’accento sulla bellezza di una “serata molto importante, per questo Pon Metro che vale circa 86 milioni di euro e che riguarda agenda digitale, inclusione sociale efficientamento energetico e mobilità sostenibile. In particolare, il Patto che abbiamo siglato stasera, riguarda i servizi immateriali, le piattaforme digitali, che verranno elargiti da Palermo ai Comuni dell’area metropolitana”.

Nel dettaglio:

Totale risorse assegnate comprensive di assistenza tecnica (senza riserva premialità): € 86.230.000,17

Asse 1 – € 16.000.000

Piattaforma ICT “Assistenza e Sostegno Sociale” (€ 2.735.000)

Piattaforma ICT “Edilizia e catasto” (€ 1.985.000)

Piattaforma ICT “Cultura e Tempo Libero” (€ 1.290.000)

Piattaforma ICT “Lavoro e Formazione” (€ 1.705.000)

Piattaforma ICT “Tributi locali (€ 1.785.000)

Piattaforma ICT “Ambiente e Territorio” (€ 4.515.000)

Piattaforma ICT “Lavori pubblici” (€ 1.985.000)

Asse 2 – € 32.381.110

Riqualificazione di punti luce esistenti (€ 5.500.000);

Luci sul Mare . Valorizzazione del tratto “Porto Fenicio” (€ 3.500.000);

Riqualificazione energetica di edifici scolastici comunali nell’Area Costa Sud di Palermo (€ 2.496.110);

Introduzione di tecnologie innovative per la riduzione dei consumi energetici ed il telecontrollo di impianti semaforici della Città di Palermo (€ 1.500.000)

Controlli varchi di accesso ZTL (€ 600.000);

Monitoraggio corsie riservate (€ 400.000);

City compass – Piattaforma di gestione e tracciamento in tempo reale flotta autobus e Sistema integrato a servizio del cittadino per la previsione di arrivo dei messi di trasporto pubblico (€ 1.100.000);

Rinnovamento flotta autobus con 10 autobus Diesel Euro 6 del tipo autosnodato a fronte della dismissione di 10 autobus obsoleti Diesel Euro 2 (€ 4.148.000);

Rinnovamento flotta autobus con 26 autobus Diesel Euro 6 da 12 metri a fronte della dismissione di 26 autobus obsoleti Diesel Euro 2 (€ 7.827.000);

Realizzazione infrastruttura di bordo per il tracciamento in tempo reale della flotta autobus (€ 1.650.000);

Infrastruttura validatrici di bordo, per validazione della Carta del Cittadino per la Città di Palermo (infrastruttura abilitante per il progetto – €1.160.000):

Percorso ciclabile zona sud da via Archirafi fino al porticciolo Bandita, comprensivo di opere smart (€ 2.300.000);

Pannelli per l’infomobilità disposti in hub strategici (€ 200.000).

Asse 3 – € 21.168.337,50

Agenzia sociale per la Casa – sub intervento: snodo per l’inclusione sociale (€ 2.870.000);

Agenzia sociale per la Casa – sub intervento; poli per soggetti con disabilità (€ 1.284.977,50);

Agenzia sociale per la Casa – sub intervento: protezione sociale, accompagnamento all’autonomia abitativa

(€ 9.430.000);

Percorsi di accompagnamento alla casa e di integrazione delle comunità emarginate – Rom, Sinti, Caminanti

(€ 974.160);

Poli diurni e notturni per l’accoglienza di soggetti fragili in povertà socio-sanitaria (€ 2.460.000);

Processi partecipativi e sviluppo locale (€4.149.200).

Asse 4 – € 15.430.552,67

Recupero di immobili da adibire ad alloggi (€ 7.942.495,40);

Recupero di immobili da adibire a polo di orientamento/accoglienza per soggetti con disabilità (€ 392.963,07);

Recupero di immobili da adibire ad alloggi per stabilizzazione della situazione abitativa – Via Dalì e Via Pojero (€ 3.000.000);

Recupero di immobili da adibire a strutture di accoglienza notturna (€ 2.665.094,20);

Recupero di immobili da adibire a strutture di accoglienza notturna – via Messina Marine 15 (Accordo Quadro 2014), intervento retrospettivo (€ 130.000);

Recupero di immobili da adibire a servizi di valenza sociale (€ 1.300.000);

Asse 5 – € 1.250.000

Assistenza tecnico/scientifica di alta specializzazione sui temi di cui agli assi del Programma (€ 455.000);

Valutazione scientifica dell’impatto delle azioni del PON Metro Palermo in termini di sviluppo socio-economico e ambientale del territorio (€ 400.000);

Supporto alla A.U. per la gestione dei rapporti istituzionali e inter-istituzionali tra le strutture interne di governo (comitati – € 170.000);

Assistenza tecnica per le azioni di coinvolgimento dei Comuni di area vasta e di integrazione/demarcazione del PON Metro con la Programmazione Regionale 2014-2020 (€175.000);

Piano di comunicazione del Programma Pon Metro Palermo 2014-2020 (€ 50.000).

Si allega schema di sintesi Pon Metro in formato excel.

 

Giovanni Gaudesi
Ufficio Comunicazione Istituzionale
Comune di Palermo

Share.

Leave A Reply